15
06
2018

HACK SQUAT

L’Hack Squat è variante enfatizzata ed in versione macchina del classico squat o una versione verticale della leg press.. in ogni caso è un ottimo esercizio per l’allenamento dei glutei e di tutte le gambe: questo perché è davvero molto semplice e si può eseguire facilmente in palestra utilizzando un buon carico allenante in tutta sicurezza anche senza troppa esperienza.

Fantastico per migliorare la tua forza ma soprattutto per stimolare in modo più profondo la muscolatura delle gambe.

Nei miei programmi è veramente un esercizio accessorio a quelli a corpo libero che ritengo ben più utili dal punto di vista della mobilità e dello stimolo neuromotorio. In ogni caso è un ottimo esercizio.

Lo considero ottimo perché permette di attivare oltre ai glutei anche i muscoli femorali ed i quadricipiti. Inoltre se imparerai ad eseguirlo come chiedo sempre alle mie atlete dovrai stabilizzare la tua posizione contraendo in sinergia anche scapole, spalle e addome per evitare pericolose ripercussioni alla muscolatura lombare (eh si.. la postura e la tecnica anche negli esercizi che sembrano più semplici non è poi così immediata come si potrebbe pensare a prima vista osservando l’esercizio eseguito da un’atleta allenata)

Ho personalmente selezionato un video su youtube per permetterti di visualizzare l’esecuzione più corretta (appena saranno pronti i video che ho seguito come personal trainer pubblicherò quelli!)


COME VA ESEGUITO


POSIZIONE DI PARTENZA: distesa sulla panca dell’hack squat, i piedi alla larghezza delle spalle e abbastanza avanzati in modo che il carico non sia tutto sulle ginocchia inizia a spingere verso l’alto la slitta.

ESECUZIONE MOVIMENTO: presa la posizione corretta allunga le gambe e spingi verso la pedana, abbi cura di mantenere addome e scapole ben contratte in posizione, inspira quando riporti le gambe verso di te ed espira quando le allunghi.

SUGGERIMENTI PER UN ESECUZIONE PERFETTA!

  • Se desideri allenare principalmente i glutei dovrai contrarre efficacemente questi ultimi evitando di coinvolgere troppo i muscoli femorali e quadricipiti; trova una posizione dei piedi larga almeno quanto le spalle e quando ripieghi le gambe cerca di scendere il più possibile arrivando ad abbassare i glutei almeno in linea con l’altezza delle ginocchia (o leggermente più in basso: meglio!)

Post Correlato:

15/06/2018

LEG PRESS

15/06/2018

BACK SQUAT

15/06/2018

JUMP SQUAT

Autore: Tiziano Lelio

Sportivo per natura, ho sempre praticato e studiato.. è la mia vita, la mia passione!
Personal Trainer Certificato, amo l’attività fisica e desidero creare un mondo di persone attive e soddisfatte in piena salute psico-fisica.
Appassionato di nutrizione ed integrazione da sempre per necessità e amore per la conoscenza.. il mio motto è “allenati ovunque in libertà”!