19
01
2015

COME SCEGLIERE IL PERSONAL TRAINER

Quando entri in palestra per la prima volta e non sai da che parte iniziare devi giocoforza affidarti a qualcuno di esperto. In molti casi può essere l’amico che si allena già da anni, ma come poi spesso capita lui (o lei) ti molla perché deve procedere con il suo allenamento ed in generale anche perché nonostante qualche anno di esperienza non ha poi tutta questa competenza e giustamente preferisce indicarti una figura professionale a cui affidarti per i primi passi o per raggiungere obbiettivi più ambiziosi del semplice “tenersi in forma”.

Uno degli errori più comuni che fa chi inizia ad allenarsi è quello di sottovalutare l’impegno e la scienza che sta dietro alle basi di questa attività fisica. Sopratutto in Italia ci sono moltissimi sedicenti esperti, che senza alcun titolo e competenza si improvvisano allenatori e dispensano consigli più o meno validi magari frutto principalmente di esperienza personale e visto che spesso lo fanno gratuitamente e magari hanno un fisico atletico molti sono portati a dar loro maggior credito che a dei seri professionisti.. ti fermo subito e ti invito a rispondere a queste 3 domande:

  • per la tua salute preferisci affidarti ad una persona qualsiasi o ad un medico esperto che ha già aiutato molte persone e ti dimostra di sapere il fatto suo?
  • per ottenere risultati pensi sia sufficiente sollevare dei pesi o correre alcune ore a caso o credi che ci siano dei parametri fisiologici e metabolici, tecniche specifiche da seguire e regolare opportunamente?
  • trovi più sicurezza nell’affidarti alla scienza e a chi la sa applicare efficacemente o puntare tutte le tue risorse elemosinando consigli a destra e manca testandone l’efficacia sulla tua pelle?

Quindi come impostare la tua scelta? 

Ora come puoi leggere nell’incipit della mia pagina, io tengo sempre a precisare che siamo tutti differenti, quindi applicare le stesse tecniche e metodiche strutturate su un’altra persona può nel migliore dei casi rivelarsi improduttivo se non addirittura dannoso. Come in tutte le discipline è sicuramente necessario inizialmente porre i propri progressi futuri su solide basi: in poche parole devi assolutamente iniziare ad allenarti affidandoti ad un esperto qualificato senza peccare di presunzione volendo fare tutto da sola/o.

La difficoltà principale in molti casi sta nel capire a chi puoi realmente affidarti.. per avere progressi concreti ma anche e sopratutto per la tua salute; proprio per aiutarti in questo ho voluto stilare una serie di consigli che ti aiuteranno a fare una valutazione concreta del trainer o del preparatore e di quello che ti propone.

Un professionista programma con te un colloquio e ti fa sottoscrivere un’anamnesi dettagliata della tua storia sportiva in cui presenti infortuni passati, eventuali patologie ed indichi le tue aspirazioni in termini di risultati da ottenere.

Preferibilmente ti fa sostenere alcuni “test” per valutare il tuo status di forma e le tue abilità motorie prendendone nota ed impostando insieme a te il lavoro programmando una serie di allenamenti specifici. Costruisce una programmazione personalizzata ad-hoc solo e soltanto per te, non fa copia-incolla di schede generiche.

Sopratutto non ti consegna una scheda di esercizi senza prima averti mostrato correttamente come si eseguono. 

Quindi qual’è la procedura giusta da seguire?

Ti consiglio di diffidare quando un presunto professionista ti dice di eseguire un esercizio senza prima mostrarti lui come vada eseguito ed in seguito non ti corregge mai rimanendo a chiacchierare amabilmente con te con le braccia incrociate.

Spesso insegnarti a fare un esercizio comporterà numerose correzioni e variazioni per consentirti di comprendere efficacemente la corretta esecuzione, diffida anche di chi ha soltanto un unico modo di indicarti come deve essere eseguito l’esercizio e non riesce a trovare differenti soluzioni per fartelo imparare (questo è sintomatico di scarsa esperienza sul campo ma anche di studi poco approfonditi..)

In parole povere un bravo trainer tecnico dopo aver valutato la tua anamnesi e la tua eventuale documentazione infortunistica ti sottoporrà (magari nelle prime lezioni) a dei test motori, successivamente imposterà l’allenamento dove ti mostrerà concretamente come eseguire gli esercizi correggendoti ed eventualmente mostrandoti nuovamente l’esecuzione corretta; nel caso in cui tu non riesca per limiti strutturali o posturali nell’esecuzione corretta troverà dei sistemi per aiutarti comunque a capire come si possano eseguire gli esercizi proposti.

Autore: Tiziano Lelio

Sportivo per natura, ho sempre praticato e studiato.. è la mia vita, la mia passione!
Personal Trainer Certificato, amo l’attività fisica e desidero creare un mondo di persone attive e soddisfatte in piena salute psico-fisica.
Appassionato di nutrizione ed integrazione da sempre per necessità e amore per la conoscenza.. il mio motto è “allenati ovunque in libertà”!